PARCHEGGI “STALLI” IN ROSA

13 settembre

Con il DECRETO-LEGGE, datato 10 settembre 2021, n. 121, pubblicato in G.U. n. 217 del 10.9.2021, avente ad oggetto: Disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali, sono state apportate delle modifiche al Nuovo Codice della Strada.

In particolare al disposto di cui all’art. 1 “Disposizioni urgenti per la sicurezza della circolazione dei veicoli e di specifiche categorie di utenti”, punto 3) dei veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni, munite di contrassegno speciale, denominato "permesso rosa".

Pertanto la modifica legislativa ha apportato, l’introduzione all’art. 158 (Decreto legislativo 30.4.1992, n. 285 - Codice della strada) Divieto di fermata e di sosta dei veicoli delle seguenti variazioni sanzionatorie:

d-bis negli spazi riservati allo stazionamento e alla fermata dei veicoli adibiti al trasporto scolastico;

g-bis) negli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni muniti di permesso rosa;

4-bis. Chiunque viola le disposizioni di cui al comma 2, lettera g), è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 80,00 ad euro 328,00 per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote e da euro 165,00 ad euro 660,00 per i restanti veicoli.

Quindi, la novità introdotta nel Codice della strada, con la regolamentazione degli c.d. "stalli rosa", come ben precisato dalla normativa, dedicati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni, saranno predisposti e attuati a cura dalle amministrazioni comunali, apponendo l’apposita segnaletica verticale ed orizzontale