AUTORIZZAZIONI ITALIANE PER IL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI SU STRADA

28 luglio

Con nota del 13 Luglio 2021 prot. 17475 il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, ha fornito chiarimenti sulla compilazione delle autorizzazioni italiane al trasporto internazionale di merci su strada, si riporta il provvedimento:

 

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, E LA NAVIGAZIONE

Direzione generale per l'autotrasporto di persone e cose, per la logistica e l'intermodalità

Divisione 3

Prot. n. 17475 Roma, 13 luglio 2021

 

OGGETTO: Chiarimenti sulla compilazione delle autorizzazioni italiane per il trasporto internazionale di merci su strada riguardo all'indicazione di masse e portate dei veicoli (modello D.G.M. 73 BASE).

 

Le autorizzazioni bilaterali per il trasporto internazionale di merci su strada, emesse sulla base del modello D.G.M. 73 BASE, consegnate da questo Ministero agli omologhi Ministeri esteri e da questi ultimi intestate ai vettori stranieri, prevedono (tra le altre) indicazioni relative alla "PORTATA UTILE/LOADING CAPACITY" e "MASSA COMPL. PIENO CARICO/GROSS VEHICLE MASS".

La "PORTATA UTILE/LOADING CAPACITY" da indicare sulle autorizzazioni bilaterali italiane che prevedono i campi per inserire tali dati potrà essere indicativamente calcolata dall'operatore estero, per la compilazione, come differenza tra la massa complessiva a pieno carico e la tara, se eventualmente presenti soltanto questi dati sulla carta di circolazione.

Si evidenzia che al fine dei controlli su strada le indicazioni, sul documento autorizzativo al trasporto di merci, di portata utile e di massa complessiva a pieno carico non sono considerate essenziali per la validità del titolo autorizzativo.

Eventuale sostituzione del veicolo rimorchiato

Nella pratica del trasporto, anche al fine della ottimizzazione logistica risulta utile e praticabile la sostituzione del

veicolo rimorchiato ad es. nel viaggio di ritorno, se consentito dallo specifico accordo bilaterale. In ogni caso, pur non

essendo previsto uno spazio dedicato nell'autorizzazione è obbligatoria l'indicazione dei dati della nuova targa; ad es.

nella parte inferiore dei campi già precedentemente compilati, se del caso facoltativamente preceduta o seguita dalla

dizione "CHANGED" o "CHANGE" o qualsivoglia altra scritta utile a far comprendere l' avvenuta sostituzione del

semirimorchio.

Con riferimento invece alla massa/portata, si può trascrivere il dato relativo al "nuovo" veicolo rimorchiato, parimenti

preferibilmente sotto il campo contenente i dati riferiti al primo veicolo trainato.

IL DIRETTORE GENERALE - dott. Vincenzo Cinelli